Tutte le attivita’ di “CoderDojo” sono, e saranno sempre, GRATUITE.

Ogni giovane partecipante deve essere accompagnato da un genitore che dovrà firmare la liberatoria al momento della registrazione e dovrà rimanere presente nella struttura dove si svolgerà l’evento. 

Prenotare il biglietto relativo alla sessione che il giovane partecipante vuole seguire, cortesemente rispettare i limiti di età e l’esperienza richiesta. L’iscrizione dovrà essere effettuata con nome, cognome e data di nascita del giovane partecipante (NON DEL GENITORE) e l’email ed il numero di telefono dovranno essere validi e del genitore del partecipante (non di chi prenota su eventbrite).

Ad ogni biglietto deve corrispondere un unico partecipante : eventuali iscrizioni multiple per uno stesso nominativo verranno automaticamente eliminate.

In caso di impossibilità di partecipare alla sessione, siete pregati di annullare l’ordine del vostro biglietto, in questo modo un altro bambino avrà la possibilità di partecipare all’evento.

La durata dell’evento sarà di circa due ore, intervallate di una pausa merenda, si consiglia di portare una merendina con se. 

Per partecipare alle sessioni bisogna avere il proprio dispositivo come sopra indicato e bisogna aver installato il software indicato per ogni sessione.

Portare con se alimentatore per i dispositivi, mouse ed altri accessori per il buon funzionamento del dispositivo sul quale si andrà a lavorare.

Se i posti sono già terminati vi consigliamo di iscrivervi comunque alla lista d’attesa per poter essere contattati in caso si liberassero dei posti all’ultimo momento.

Una volta effettuata la registrazione riceverete una mail di conferma: nel caso in cui non la riceviate vi invitiamo a rivedere la vostra registrazione o a controllare la casella della posta indesiderata.

A causa dei posti limitati non potremo consentire a chi è sprovvisto di registrazione di partecipare all’evento, senza alcuna eccezione. Per favore: non portate altri bimbi oltre a quelli regolarmente registrati (come fratellini, sorelline o amichetti) chiedendoci di farli partecipare comunque; ci mettereste in difficoltà perchè non abbiamo posti disponibili oltre ai biglietti già messi a disposizione.

Il biglietto stampato non serve, rispettiamo l’ambiente.

Per tutte le info scrivete a  coderdojospqr@gmail.com

Risorse per Ninja
Scarica la Liberatoria
Scopri Scratch

I Dojo di tutto il mondo sono facilitati da Mentori Volontari che donano il loro tempo e condividono la loro conoscenza e le loro competenze tecnologiche. I Dojo beneficiano della generosità e della buona volontà di quanti si impegnano a incoraggiare e far crescere giovani esploratori e creatori digitali. Questi Mentori spingono i giovani a esplorare la tecnologia da soli, e sono lì per aiutare in caso di bisogno, non per fare lezioni.

Uno dei modi migliori di imparare è di fare da mentore ad altri spiegando loro cosa si è appreso. Nel Dojo i giovani sono incoraggiati a condividere con gli altri quanto sanno e scoprono. I ninja dovrebbero essere incoraggiati ad aiutare i ragazzi meno esperti o più giovani. A loro volta, i ragazzi più giovani o con meno esperienza vengono incoraggiati a lavorare in gruppi. Questo non solo offre ai ragazzi più esperti responsabilità e occasioni di crescita, ma fornisce anche a tutti gli altri ragazzi dei modelli loro pari cui ispirarsi!

Nessuna idea è una cattiva idea, e il fallimento non esiste! In un Dojo ci si aspetta che tutti contribuiscano con le proprie idee e ogni idea viene presa in considerazione. I ragazzi imparano esplorando! Si impara facendo errori e prendendosi dei rischi, lasciate che i ragazzi lo facciano. A volte può essere indicato che un ragazzo riceva il feedback di fronte al gruppo, altre volte è meglio che il feedback sia individuale. I ragazzi possono sentirsi frustrati e delusi: va tutto bene, aiutateli ad andare oltre con consigli, supporto e incoraggiamento.

Incoraggiate i giovani a scegliere cosa vogliono imparare; incoraggiateli a trovare le risposte alle proprie domande dagli altri ragazzi, da Internet e solo dopo dai mentori. “Chiedi a tre poi a me” è il motto che ricorda agli adulti che i ragazzi devono consultare tre fonti di informazione prima di coinvolgere i mentori. Qualche ragazzo potrebbe avere bisogno di aiuto per scoprire i propri interessi. Parlategli, e incoraggiatelo a chiedersi cosa gli interessa. Non dategli un interesse, ma dategli più stimoli diversi per vedere cosa potrebbe diventarlo. È normale che alcuni ragazzi eccellano nella programmazione mentre ad altri non piaccia per niente. Non siate delusi se qualcuno molla: ha avuto la possibilità di scoprire che la programmazione non fa per lui!

Conosci la Crew al completo
Le 7 regole d’oro per il Mentor
Maggiori informazioni per Mentor